Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

COVID-19 (NUOVO CORONAVIRUS). Misure di contenimento e aggiornamento rientri in Italia.

Data:

22/03/2020


COVID-19 (NUOVO CORONAVIRUS). Misure di contenimento e aggiornamento rientri in Italia.

Al fine di valutare la fattibilità di un nuovo volo speciale di rientro in Italia dalla Turchia, tenuto conto delle accresciute difficoltà determinate dalle disposizioni limitative ai movimenti interni adottate nei giorni scorsi sia dal Governo italiano che da quello turco, è necessario avere una stima precisa dei connazionali attualmente presenti in Turchia che hanno motivi di necessità ed urgenza per far rientro in Italia (a tale ultimo riguardo si prega di leggere attentamente le FAQ sul rientro in Italia pubblicate sul sito della Farnesina: https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti ).

Si invita quindi chi è nella situazione sopra descritta e che desidera rientrare in Italia a compilare il modulo che si trova al seguente link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScbo1d3S4NKz-uo6TXYE0fUMjV7XJ_jWyW7K7_FrVBfhcq8nw/viewform?usp=sf_link . Si considererà la compilazione del modulo come conferma dell’intenzione di usufruire dell’eventuale volo, che sarà commerciale con pagamento del biglietto a carico dell'interessato. Si prega di compilare il modulo entro le ore 10.00 di martedì 7 aprile.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Si invitano i connazionali, presenti a qualsiasi titolo in Turchia, a rispettare scrupolosamente le raccomandazioni di prevenzione contro il contagio da Coronavirus indicate dal Ministero della Salute italiano (http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioOpuscoliNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=443).

Nel raccomandare altresì di seguire anche le indicazioni delle Autorità locali, si ricorda che in caso di sintomatologia sospetta le Autorità turche raccomandano anzitutto di mettersi in contatto con il proprio medico di base locale, il quale darà indicazione sui passi da seguire a livello sanitario. I connazionali che presentassero dei sintomi e non avessero modo di mettersi in contatto con un medico di base locale potranno contattare questo Consolato Generale al numero di emergenza: 0090 555 458 58 44.

In alternativa il numero di emergenza del Ministero della Salute turco e’: 184.

I contatti di tutti gli ospedali statali in Turchia sono disponibili al seguente link https://khgmozellikli.saglik.gov.tr/svg/saglik_tesisleri.php.

Nella tabella di seguito invece la lista degli ospedali con competenze sulle malattie trasmissibili.

LISTA OSPEDALI

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AVVISO IMPORTANTE

Indicazioni per i connazionali che rientrano in Italia

SCARICA QUI:

1. AUTODICHIARAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI IN ITALIA: NUOVO MODELLO 26.03.2020

2. AUTOCERTIFICAZIONE SUI MOTIVI DEL VIAGGIO: MODULO

>> ATTENZIONE: i cittadini italiani (così come i cittadini stranieri regolarmente residenti in Italia) che si trovano al momento all’estero possono rientrare in Italia soltanto per motivi di assoluta urgenza, da autocertificare attraverso l’apposito modulo di autodichiarazione per il rientro dall'estero, che è necessario stampare e portare con sé durante tutto il viaggio.

A partire dal 28 marzo 2020 le compagnie aeree sono tenute a verificare la completezza dei dati riportati sul modulo di autodichiarazione, nel quale deve essere indicato precisamente il motivo di assoluta urgenza che giustifica il rientro e devono risultare l’indirizzo completo in cui si trascorrerà il periodo di quarantena, un recapito telefonico e il mezzo privato che si utilizzerà per raggiungere tale indirizzo. La compagnia aerea dovrà permettere l’imbarco soltanto a chi sia in possesso di tale modulo compilato in tutte le sue parti e sarà tenuta a verificare la temperatura corporea di tutti i passeggeri.
Una volta in Italia, il viaggio verso il domicilio prescelto per la quarantena dovrà proseguire con mezzi privati.
È consigliabile anche tenere a disposizione copia del biglietto o delle carte d’imbarco usate per il viaggio, di modo da poter dimostrare, in caso di controlli, che si sta rientrando dall’estero.
Si ricorda che chiunque entri in Italia dall’estero è tenuto a mettersi in contatto con le Autorità sanitarie e comunali per segnalare il proprio rientro e sottoporsi alla quarantena con sorveglianza attiva.

Per ulteriori informazioni sulle condizioni per il rientro, consultare le apposite FAQ sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale.

In questi giorni il Governo Italiano sta adottando misure urgenti per il contenimento del contagio ed il contrasto del diffondersi del virus COVID-19 che si estendono a tutto il territorio nazionale. Tali misure si applicano anche agli stranieri che si trovano sul territorio italiano. (link alla pubblicazione dei 3 dpcm 8,9 e 11 marzo 2020 ed eventuali successivi).

Si dispone in particolare che sia evitato ogni spostamento delle persone fisiche (sia all'interno del territorio nazionale, sia in entrata/uscita), salvo che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessita' o motivi di salute. I motivi di lavoro, necessita' o salute possono essere autocertificati, come previsto dalla normativa vigente. Sono inoltre previste limitazioni all'esercizio di attivita' pubbliche (sportive, di ristorazione, di intrattenimento, ecc.) e ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Oltre alla chiusura delle scuole, gia' vigente dal 5 febbraio, e' sospesa l'apertura dei musei, lo svolgimento di manifestazioni, eventi e spettacoli. Sono sospese tutte le attività commerciali e di ristorazione fatte salve farmacie e negozi alimentari. E' raccomandato di mantenere sempre la distanza di almeno un metro dalle altre persone ("distanziamento sociale").

- i connazionali residenti/domiciliati in Italia (come anche i cittadini stranieri), che si trovino all'estero, possono - ove i mezzi di trasporto siano operativi - farvi ingresso per rientrare al proprio domicilio, abitazione o residenza;

- allo stesso modo, i connazionali residenti/domiciliati all'estero (come anche i cittadini stranieri, inclusi i turisti), che si trovino in Italia, possono - ove i mezzi di trasporto siano operativi - partire per rientrare al proprio domicilio, abitazione o residenza;

- e' inoltre consentito l'ingresso e l'uscita per comprovate esigenze lavorative (tale previsione copre anche i lavoratori transfrontalieri);

- sono invece assolutamente da evitare gli ingressi per motivi di turismo.

- resta valido l'obbligo di comunicazione al Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda sanitaria competente per territorio, in capo a chi arriva in Italia da zone a rischio epidemiologico, come identificate dall'OMS.

Per ulteriori approfondimenti: http://www.governo.it/it/articolo/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/14278

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Si informano i connazionali che, a causa dell’epidemia del nuovo corona virus (Covid-19), le Autoritá turche hanno comunicato il 1 marzo, l'introduzione di una serie di misure di prevenzione nei confronti dell'Italia attive dalle ore 24 del 29 febbraio.

- blocco dei voli passeggeri dall'Italia.
- nessuna limitazione con riferimento ai voli cargo tra l’Italia e la Turchia
- le compagnie aeree turche o straniere che organizzano voli dall’estero verso la Turchia non potranno accettare sui propri voli, passeggeri che abbiano viaggiato negli ultimi 14 giorni in Cina, Iran, Iraq, Italia e Corea del Sud e non potranno trasportare tali passeggeri in Turchia, ad eccezione dei cittadini turchi.
-in tutti i voli, i passeggeri che abbiano viaggiato negli ultimi 14 giorni in Cina, Iran, Iraq, Italia e Corea del Sud potranno essere respinti all'arrivo in areoporto.

Consigliamo a tutti i connazionali in procinto di viaggiare in Turchia o che devono rientrare in Italia dalla Turchia di mettersi rapidamente in contatto con il call center della compagnia aerea di riferimento per informazioni circa la riprogrammazione del volo (o l'evenuale rimborso in caso di cancellazione).

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AVVISI DI SICUREZZA PER I CONNAZIONALI: Operazioni militari ad est dell’Eufrate.
A partire dal mese di ottobre 2019 sono in corso operazioni militari nella zona ad est del fiume Eufrate, al confine con la Siria, in particolare nelle province di Sanliurfa e Mardin. Si raccomanda di evitare tali aree e si ricorda che sono sconsigliati i viaggi nelle aree a ridosso del confine con la Siria.
Per maggiori informazioni, consultare la sezione Sicurezza della Scheda Paese.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

E’ utile consultare con regolarità il sito "Viaggiare Sicuri" del Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale per aggiornamenti sulla sicurezza. Per i connazionali che intendono compiere un viaggio in Turchia è possibile registrarsi sul sito ‘’Dove siamo nel mondo’’.

Per i nuovi residenti è importante procedere all’iscrizione all’AIRE. Per coloro i quali hanno già proceduto all’iscrizione è opportuno segnalare al Consolato eventuali cambi di residenza e/o recapito telefonico.

Nei giorni festivi e feriali, al termine dell’orario di apertura, per situazioni di emergenza, è possibile contattare il Consolato Generale ai numeri 00905554585844 e 00905552341906. Tali numeri non devono essere utilizzati per informazioni in merito alle pratiche di visto e consolari di ordinaria amministrazione.

 

317